sabato 17 novembre 2018 ..:: Vai all'elenco di tutti i nostri forum ::..   Accedi
:: Home » Ficus » FICUS ELASTICA... problemi!!!!!!
Autore Messaggi
romi79

Messaggi : 3
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 21/06/2011 10.10.35  
Ciao a tutti, sono nuova del forum... oggi è il primo giorno!!
sono preoccupata per il mio ficus elastica che ho comprato a inizio maggio, l'ho sempre tenuto dentro casa in un posto sufficentemente luminoso ma forse non abbastanza umido. La temperatura media dentro casa è di 25 gradi. 
Oggi per caso mi sono accorta che il terreno nel vaso era completamente inbiancato, duro e secco, mi avevano detto di non innaffiare spesso ma forse ho esagerato (l'ho innaffiato circa una volta ogni 10gg).

Fatto sta che lo tiro fuori dal sottovaso e trovo in fondo diversi millepiedi, di quelli che si arrotolano quando li disturbi,... non sapendo se lasciarli o meno li ho tolti, ho smosso la terra secca in superficie e ho innaffiato..

A quel punto mi sono accorta che su alcune foglie, soprattutto quelle un po' lesionate si era formata tipo una muffetta bianca (puntini piccoli piccoli bianchi) ho guardato sotto, nella parte interna della foglia e ho trovato degli accumuli bianchi piccolini tipo zucchero filato che sembravano pezzettini di cotone idrofilo... cercando meglio ho scovato degli acari (credo) bianchi..che non sono riuscita ad identificare. A giudicare dalle foto che ho trovato on line non sembrano cocciniglia...

Ci sono anche dei piccolo ragni con le rispettive ragnatele (non i ragnetti rossi), quelli non li ho tolti perchè ho immaginato che potessero servire alla pianta per liberarsi degli acari...

Alla fine ho preso la pianta e l'ho portata in balcone, all'ombra... ho pulito tutte le foglie con un panno imbevuto d'acqua e ho staccato quelle rovinate..

Non so se mi sono comportata bene, qualcuno sa consigliarmi??? ho fatto male a togliere i lobrichi?? devo usare l'alcool per pulire le foglie o le danneggia?  aiuto!!!!!!!!!!!!


Mi scuso per la lunghezza del messaggio, la prox volta sarò molto più breve.. 
ciao romi


romi
Janis


Messaggi : 384
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 21/06/2011 13.18.43  
Ciao Romi! Benvenuta nel forum!!!

Non preoccuparti per la lunghezza dei post. Dovresti leggere alcuni miei allora!  Inoltre sei stata molto chiara su ogni punto, quindi direi che è un messaggio perfetto!

Allora, il terreno bianco indica che l'acqua che hai utilizzato per le annaffiature è molto calcarea. Il calcare resta in superficie e imbianca il terriccio.

I millepiedi sono un classico. Ultimamente succede anche più spesso di prima. Derivano da delle uova depositate nei terreni di scarsa qualità che vengono utilizzati da molti ingrossi di piante poichè costano meno. Quindi, una mossa importante sta nel cambiare il terriccio appena si acquista la pianta.

Si, quei mostriciattoli dovrebbero proprio essere delle cocciniglie. Potresti postare delle foto in cui si vedono per favore? Grazie. Così capiamo in che stadio di sviluppo si tovano. Anche se mi sembra di capire che siamo in presenza (ahimè) di una colonia al completo (adulti, adulte, neanidi e nidi con uova).

Allora, se vorrai il piano da seguire e questo:

*Eliminare i parassiti.

Puoi procedere in diversi modi: passi sopra ai parassiti un batuffolo di cotone imbevuto di alcool e verranno via come niente. Oppure, fai un bagno alla pianta con una soluzione di acqua e sapone neutro o di marsiglia in parti uguali. Poi dovrai sciacquarla attentamente per togliere i residui di sapone. O ancora, passi al chimico, utilizzando prodotti specifici per tutti gli stadi di cocciniglia in commercio.

* Rinvaso.
 Per sostituire la terra ed eliminare le uova di parassiti e disinfettare il vaso con alcool o amuchina (o disinfettanti del genere).

Ricorda che questi parassiti si manifestano in concomitanza con condizioni
di asciutto e caldo. Quindi come misura preventiva potresti aumentare un pò l'umidità. Attenzione, non troppo però. Altrimenti si rischia di incorrere in attacchi fungini.

Se serve altro sono qui.

Ciao! 
***Janis***
romi79

Messaggi : 3
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 28/06/2011 07.57.07  
Grazie Janis, sei stata gentilissima procederò come mi hai consigliato.. spero di salvarlo!! solo una perplessità, posso rinvasare a fine giugno? devo usare degli accorgimenti particolari dopo il rinvaso affinchè la pianta non soffra?? la rimetto dentro casa per qualche giorno che è un po' più fresco?? thank's a lot

ps: provo ad allegare un'immagine della pianta e una della "bestia" malefica :-), ma non so se arriva perchè l'immagine è un po' pesante.. se non riesco al primo tentativo mando un altro post

ciao, e grazie di nuovo
Romi   
romi
Janis


Messaggi : 384
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 28/06/2011 09.50.52  
Ciao Romi!

Certo che puoi rinvasare a fine giugno! S'intende, questo tipo di operazione di solito è meglio proporla all'inizio o poco prima della stagione vegetativa (primavera per la maggior parte delle piante), ma in caso di attacchi di bestiacce&co prima si procede e meglio è.

Dopo il rinvaso la tua pianta molto probabilmente subirà un calo fisiologico che è del tutto normale. Avviene perchè la pianta e sotto stress a causa delle radici che devono abituarsi e farsi largo in un nuovo terriccio. Assumerà un'immagine di "pianta triste" (come la chiamo io ) con le foglie pendule e poco vigorose. Ma ripeto, è normale. Si riprenderà pian piano.

Se durante il rinvaso ti capita di rompere qualche radice, aspetta qualche giorno prima di annaffiare, altrimenti dalle un pò d'acqua subito. Non troppa però. Meglio annaffiare poco e spesso.

Ti consiglio di tenerla esattamente dove era. Calcola che i cambi repentini di temperatura sono stressanti per le piante. Però se vuoi e ti fa sentire più sicura, mettila dentro, però sappi che ci metterà più tempo per riprendersi. Mi spiego: se non sbaglio è abituata a stare fuori, quindi portandola dentro dovrà prima abituarsi alle temperature interne della casa, per poi subire un altro cambio e riabituarsi di nuovo quando la riporterai fuori. Puoi farlo, ci vorrà solo un pò di attenzione in più.

Per le foto, ecco una mano, se può esserti utile: se hai Windows come sistema operativo, fai così:

quando si apre la finestra di Office Picture Manager (quella che compare facendo doppio click su una foto salvata), clicca in alto (in prossimità del centro) sul pulsante "modifica immagini". Si aprirà una finestra alla tua destra.
Clicca sull'ultimo link "comprimi immagine" e seleziona *pagine web*. Clicca su "ok" e salva tutto ( se vuoi puoi apporre anche ulteriori modifiche alle tue immagini).

Quando ti troverai a doverle caricare sul forum, nella pagina in cui scrivi i nuovi messaggi in basso c'è il pulsante "sfoglia". Cercha nel browser la foto e clicca *carica*. E così per tutte le altre immagini. Quando hai concluso "aggiungi".

Ciao!

***Janis***
romi79

Messaggi : 3
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 28/06/2011 14.31.45  
ok, allora procedo con il rinvaso così approfitto per comprarne uno più grande... ho sentito dire che l'argilla espansa è adatta a questa pianta, mi consigli di metterne un po'sotto la terra o non serve??
Ma perchè si mette l'argilla che è rinomatamente impermeabile non sarebbe meglio la sabbia o piccole pietruzze per il drenaggio??

mando le foto di pianta e "animale feroce"...

ciao!!!!!



romi
Janis


Messaggi : 384
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 28/06/2011 20.55.28  
Ciao Romi!

Ti va di scherzare?
... Dai, però 'sta bestiaccia è fotogenica! 
Quella che hai fotografato è una femmina... in arrivo cuccioli e nidiate!!!

L'argilla espansa non è impermeabile, anzi assorbe moltissma acqua e viene usata per tenere più umidi i substrati. Sinceramente io la eviterei nel vaso. Comporterebbe maggiore attenzione durante le annaffiature e in più saresti a rischio marcescenza radici. Se vuoi provare però, fai attenzione a quanta ne metti e regolati di conseguenza sulla quantità e frequenza delle annaffiature. Sarà complicato all'inizio, ma dovrai solo capire come funziona!


Un consiglio: la cocciniglia odia l'umidità. Puoi darle fastidio e convincerla a spostare la truppa su un altra "casa" spruzzando dell'acqua (se vuoi mista a sapone di marsiglia, è repellente) a temperatura ambiente sulle foglie.

Ciao!
***Janis***
« Precedente   1 / 1   Successivo »
Copyright 2008 Elicriso, Tutti i Diritti Riservati   Condizioni d'uso  Privacy e Cookies