mercoledì 19 settembre 2018 ..:: Vai all'elenco di tutti i nostri forum ::..   Accedi
:: Home » Calla (Zantedeschia) » il bocciolo della mia calla non si vuole aprire
Autore Messaggi
camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 10/01/2007 07.09.34  
ciao a tutti. Vorrei avere da voi un consiglio riguardo alla mia calla. E' di quelle con le foglie chiare e il fiore a forma di "tubo" che si possono tenere all' esterno nella bella stagione. In questo periodo la tengo in casa e da 15 giorni è cresciuto uno stelo con il bocciolo che man mano si è ingrossato ed è diventato bello bianco, da qualche giorno si è anche leggermente aperto ma poi basta. Ora non sembra aver nessuna intenzione di fiorire, rimane fermo così. Ho spostato il vaso davanti ad una porta finestra perchè vedevo le foglie che si tendevano tutte verso la luce, tengo il terriccio sempre umido, concimo ogni 15 giorni con concime per piante fiorite. Cosa sbaglio? Grazie e ciao
Orietta
Giorgia

Messaggi : 7
Locazione Geografica : Non Disponibile
Pubblicato Il : 10/01/2007 08.51.00  

Ciao Camilla, ma che strana calla hai ... fiorisce a gennaio???? O è estremamente precoce o molto molto tardiva .... non le avraii dato troppa caffeina che non è entrata in riposo vegetativo?

Scherzi a parte secondo me se la pianta sta bene non dovresti preoccuparti ... io ho avuto una calla che però poi si è azzuffata con il mio cane, ma fioriva regolarmente .....  

Giorgia 

camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 10/01/2007 09.58.03  
ehm..., doveva andare a riposo? Io appena ha iniziato ha fare freddo l' ho rientrata dal balcone e l' ho messa sul giroscale non riscaldato. Ha cominciato ad ingiallire le foglie e allora l' ho portata in casa. ho continuato ad annaffiarla e concimarla, continua a fare foglie e ha fatto questo stelo. Avrei dovuto lasciarla al fresco? Me l ' hanno regalata a marzo, dopo quello dell' acquisto ha fatto un paio di fiori poi ha vegetato tutta l' estate. non l' ho rinvasata. Stasera faccio la foto, oggi l' ho legata con un nastro perchè le foglie si piegavano e tendevano a spezzarsi . Grazie
Orietta
Maria Giovanna

Moderatore

Messaggi : 424
Locazione Geografica : Sardegna

admin

Pubblicato Il : 10/01/2007 11.29.07  

Salve a tutti, sai Camilla, sono d'accordo con Giorgia ..... in questo periodo la calla non dovrebbe fiorire .... evidentemente si è acclimatata così bene che ha un attimo di "confusione". 

Ora per cercare di capire la situazione mi dici che concime usi? Leggi i componenti chimici che sono elencati nell'etichetta perchè è molto probabile  che il problema sia tutto li considerando anche che le foglie non reggono il loro peso.  

Maria Giovanna  


camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 11/01/2007 01.46.46  

grazie giovanna! Il concimo che uso è lo steso che do ai gerani d' estate. E' un concime universale solubile della bayer, NPK 18-18-18 con magnesio e microelementi.

azoto 18: nitrico 5%, ammoniacale 3,5%, ureico 9,5%

anidrde solforica 18

ossido di potassio 18

gli altri elementi sono in quantità minime.

Coi concimi non ci azzecco mai, questo lo do a tutte le piante da fiore tranne alle orchidee. Dici che non va bene?

Metto 2 foto per farvi vedere come è messa, l' ho legata a salame con un nastro largo, non so se si vede ho fatto le foto col tel

http://i18.tinypic.com/35jxuo6.jpg

http://i12.tinypic.com/2dwg9ld.jpg

grazie mille, ciaooo

 

 

Orietta
Maria Giovanna

Moderatore

Messaggi : 424
Locazione Geografica : Sardegna

admin

Pubblicato Il : 11/01/2007 09.53.16  

Allora Camilla, le motivazioni secondo me possono essere diverse.

Una piccola premessa. Normalmente siamo portati a pensare che se una pianta sta fiorendo sta bene.  Niente di più sbagliato. Ti è mai capitato di vedere delle piantine piccole, scheletriche con tanti bei fiori? Il motivo è che le piante hanno come scopo base della loro esistenza il perpetuare della propria specie e questo lo fanno con la fioritura. Quindi quando "pensano" di non star bene, la prima cosa di cui si si preoccupano è riprodursi. Questo straordinario fenomeno raggiunge l'apice con le Orchidee tagliate. Infatti  sono una delle poche specie che durano tantissimo anche come fiore reciso ed il motivo è appunto che aspettano di essere impollinate ..... per perpetuare la specie (pare brutto dirlo così ma è la verità). 

Ora questa premessa perchè la tua Calla non mi sembra che stia tanto bene.

Quando una pianta fiorisce, in pratica si concentra solo sulla fioritura e tutte le sue energie, quindi tutti gli elementi nutritivi vengono canalizzati ai fiori. E' questo il motivo per il quale quando una pianta è in fase riproduttiva non bisogna fare alcuna operazione tipo potatura, rinvaso, ecc. perchè la pianta non reagirà perchè è concentrata a fare qualcosa che per lei  viene prima della sua stessa sopravvivenza come singolo individuo.

Credo pertanto che ci siano state una concomitanze di cause a dare questo campanello d'allarme dato dalla parziale fioritura della tua Calla: concimazioni errate, poca luce e penso anche temperature troppo alte.

La tua Calla è un po' sfasata come ciclo. Ha fiorito troppo presto (o troppo tardi ma il concetto non cambia) questo dettato probabilmente dalle temperature troppo alte in un periodo anomalo per lei. La poca luce l'ha fatta sfilare (le foglie verde chiaro non sono tipiche della calla) e questo è coinciso con una  fioritura precoce/tardiva che ha comportato l'indebolimento degli steli perchè alla tua Calla non gliene importa un fico secco, in questa fase,  di mandare gli elementi nutritivi agli steli  per rafforzarsi perchè è concentrata sulla riproduzione che per lei viene prima di tutto e tutti gli elementi nutritivi sono canalizzati ai fiori e se non ne trova a sufficienza nel terreno per metabolizzare le sostanze di cui ha bisogno, li prende dalle altre parti della pianta, indebolendole o facendole anche morire, non gli importa.

Ecco che cosa secondo me devi fare: cambia il concime ed usa un concime  con un titolo più alto in Potassio e Fosforo (ovviamente con sempre i microelementi) e somministralo ogni 10 gg.

Potresti dare anche dei fertilizzanti fogliari che entrano subito in circolo e sono subito efficaci, con le stesse caratteristiche.

Un concime equamente bilanciato va usato quando la pianta è in riposo vegetativo, ma poi bisogna cambiare specialmente per la Calla che usa un sacco di energia per produrre quel  fiorone che fa.

Hai fatto bene a spostarla in un punto più luminoso ma cerca di fare in modo che non sia un punto troppo caldo. Poca luce e temperature troppo alte sono entrambi motivi per cui una pianta non porta a termine la fioritura.

Scusami per la lunghezza ma .... sicuramente una dote che non ho è la capacità di sintesi!!!

Ah ... mi viene in mente un'altra cosa. L'acqua della tua zona è molto calcarea?  Dalle foto non vedo bene, ci sono delle macchie gialline , verde chiaro sulle foglie?

Maria Giovanna   


camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 11/01/2007 10.44.23  

grazie mille maria giovanna, sei stata super esauriente! seguirò alla lettera i tuoi consigli, lo sbaglio piu' grosso credo sia stato quello di averle cambiato ripetutamente di posto da quando l' ho rientrata dal balcone. Prima l' ho messa in casa, poi sulle scale ma mi sembrava troppo freddo e l' ho riportata in casa... Cambierò concime e la metterò in una stanza non riscaldata con minime intorno agli 8 gradi, è verso nord ma spero che la luce sia sufficiente, ci tengo anche alcune orchi da serra fredda. In effetti finora l' ho annaffiata con acqua di rubinetto, solo da un paio di mesi le do acqua di osmosi, le foglie piu' veccie sono verde chiaro puntinate di giallo . Speriamo arrivi in fretta la primavera (anche se in effetti sembra debba ancora arrivare l' inverno), non vedo l' ora di rimetterla in balcone, era così bella! Io sto in trentino e a fine agosto son calate le temperature all' improvviso e ho dovuto portar dentro tutte le piante. Con queste stagioni strane anche loro vanno in confusione, se poi aggiungiamo qualche mio pasticcio nel curarle .... In sintesi (pure io come avrai notato per esprimere un concetto mi perdo in divagazioni inutili ..) cercherò di tirarla in sesto grazie ai tuoi consigli!!

Una cosa: diciche per aiutarla sarebbe meglio se tagliassi lo stelo?

Ciao

Orietta
Maria Giovanna

Moderatore

Messaggi : 424
Locazione Geografica : Sardegna

admin

Pubblicato Il : 12/01/2007 09.03.40  
Bè, non volevo dirlo ..... perchè io spesso sono per le soluzioni drastiche. Al tuo posto al primo comparire del fiore l'avrei tagliato.
Adesso non saprei, forse dovresti provare  facendo subito le fertilizzazioni fogliari ed il resto, vedi come si comporta e poi valuta. 
Otto gradi sono troppo pochi ora che è in fiore, vanno bene per far andare la pianta in riposo vegetativo ma adesso che è in fiori vedi di tenerla ad una temperatura intorno ai 12-15°C.
Per le macchiette sulle foglie, niente di grave sono appena accennate però potrebbe essere una leggera clorosi ferrica.
La carenza di ferro in effetti si manifesta con piccole macchie giallastre, verdine  ed una crescita affaticata della pianta perchè il Ferro è l'elemento primario per la produzione della clorofilla, delle proteine e degli enzimi ed essendo la Calla una pianta che predilige terreni leggermente acidi, è facile che somministrando fino a poco tempo fa l'acqua del rubinetto il calcare abbia reso il ferro indisponibile per la pianta.  In questo caso un semplice trattamento con Chelati di Ferro ti risolve il problema. 
Però ho un altro dubbio. Dato che tu da due mesi stai somministrando acqua d'osmosi questa povera pianta il Ferro dove lo prende? Dal terreno no  e se nel concime che gli hai dato non c'era, dove lo prende?  Allora in quel caso devi dare dei semplici sali di Ferro o sequestreni a lento assorbimento.
Alla fine dei miei sproloqui penso che io farei così: prima proverei con i sali di ferro ed aspetterei un po' per vedere come si comporta e poi  se non migliora gli darei i chelati. 

Maria Giovanna  


camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 12/01/2007 11.31.50  
perfetto, seguirò alla lettera i tuoi consigli, ti farò sapere come procede. Avrò ancora bisogno dei tuoi precisi consigli per mettere in sesto le mie piante verdi, sinora ho dato loro tutta la mia buona volontà ma sulle cure mirate stendiamo un velo pietoso.... Di molte di loro non so neppure il nome, col vostro aiuto fra qualche tempo non avranno piu' segreti . Dovrete portare taaanta pazienza, vi farò cadere le braccia lo so, vi assicuro che mi segnerò tutto e d' ora in poi le mie piante saranno da invidia . Grazie e ciaooo
Orietta
Maria Giovanna

Moderatore

Messaggi : 424
Locazione Geografica : Sardegna

admin

Pubblicato Il : 13/01/2007 00.50.24  

troooooppppo buonaaaaa!

MG


camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 23/01/2007 12.32.44  
Maria Giovanna ti aggiorno sulla situazione.... Il bocciolo non si è aperto, è lentamente appassito e ho tagliato lo stelo. La pianta continua a fare nuove foglie che ora sono di un verde piu' intenso e da uno stelo di una foglia mi sembra che stia per spuntare un altro stelo a fiore. Che faccio stavolta, lo taglio sul nascere o lo lascio e vedo cosa fa? La pianta col cambio di concime e acqua ha dato segni visibili di miglioramento ma alcune foglie continuano a non sostenere il loro peso e a piegarsi a metà. Inoltre il vaso non è mai stato cambiato, è molto piccolo rispetto alla pianta, a primavera dovrò rinvasare? Se sì uso un vaso grandino o queste piante preferiscono essere un pò costrette? Che terricio va usato? Ora sembra essere in un composto piuttosto grossolano, non in torba. Grazie ancora
Orietta
Maria Giovanna

Moderatore

Messaggi : 424
Locazione Geografica : Sardegna

admin

Pubblicato Il : 24/01/2007 01.40.49  

Tutto sommato è meglio che il fiore sia appassito. Inutile farle sprecare energie preziose per un fiore se tutta la pianta è sofferente.

La pianta ancora non si è ripresa del tutto per cui fossi in te il nuovo stelo fiorale lo taglierei in modo da far stabilizzare il suo ciclo colturale. Dobbiamo ancora capire se è una specie a fioritura tardiva (marzo-ottobre) o precoce (febbraio - maggio). Non ti ricordi gli altri anni quando fioriva? E' importante capirlo per sapere quando fare il rinvaso perchè le precoci si rinvasano ad agosto-settembre, le tardive a febbraio.

Se è tanti anni che non la rinvasi, sicuramente il vaso è da cambiare (o meglio la terra). Per il terriccio da usare si usa un buon terriccio fertile al quale si aggiunge un po' di torba e sabbia grossolana per favorire il drenaggio.  Ho controllato circa le dimensioni del vaso perchè non ricordavo note particolari ed in effetti non ci sono indicazioni circa le sue dimensioni. Pertanto vale la regola generale: un vaso leggermente più grande del precedente in modo che le radici stiano comode ma non eccessivamente altrimenti tendono a sviluppare più radici che foglie.

Nell'attesa di poter cambiare il vaso, potresti togliere i primi centimetri, due tre al massimo, di vecchio terriccio e sostituirlo con del terriccio nuovo che sicuramente aiuta. 

Penso che sia abbastanza normale che le foglie più grandi tardino a stabilizzarsi (potrebbe anche darsi che non lo facciano ed alla fine le debba tagliare) dato che sta mettendo nuove foglie, è concentrata a fare questo ed i nuovi elementi nutrivi li canalizza verso le parti nuove.

 Dai che ce la facciamo a farla riprendere. 

MG

camilla


Messaggi : 119
Locazione Geografica : trentino

esperto

Pubblicato Il : 24/01/2007 02.13.24  
perfetto, grazie mille!! A dire il vero io ce l' ho solo da un anno, mi è stata regalata fiorita ai primi di marzo ma ricordo che anche quando l' avevo sul balcone (sto in alto trentino quindi sarà stato metà aprile-maggio) aveva fatto il fiore. Poi per tutta l' estate ha vegetato. Farò come dici col terriccio, ciaoooo
Orietta
« Precedente   1 / 1   Successivo »
Copyright 2008 Elicriso, Tutti i Diritti Riservati   Condizioni d'uso  Privacy e Cookies